Carpineto: la Toscana in un calice di rosso

12/10/2017

blog image

È un vero proprio tour simbolico della Toscana quello che tocca tutte le tenute che rientrano nell’ambito dell’azienda, icona nel mondo dei grandi vini toscani. A essere coinvolti soprattutto i territori più vocati e le denominazioni più importanti: Chianti Classico, Vino Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino.

C'è sempre un buon motivo per un weekend in Toscana, dove i grandi vini e i paesaggi vitati coinvolgono i sensi appagandoli in una meravigliosa sintesi. E allora eccoci seguire le tracce di una cantina storica con tenute in tutti i territori vocati di questa terra, ovvero Carpineto Grandi Vini di Toscana. 

Cominciamo da Montepulciano, dove la tenuta è all'insegna della sostenibilità con vigne e boschi che assorbono molta più CO2 di quanta l'azienda ne produca. Qui troviamo il vigneto contiguo ad alta densità più vasto d'Italia (65 ettari), il Camponibbio, che produce vini di grande concentrazione e finezza. Ed è ancora qui che è stata appena completata la nuova cantina nei colori della terra, distanziata dall'antico complesso settecentesco. Tutto intorno un'ampia area verde che digrada su un piccolo lago naturale; sulla collina un uliveto monumentale di 12 ettari, all'origine di un olio di grande finezza. Qui Carpineto produce il Vino Nobile di Montepulciano Riserva Docg: unica azienda toscana a produrlo nella sola versione Riserva, per tre anni di seguito unico Nobile nella Top 100 al mondo di Wine Spectator.

Ci spostiamo nella Tenuta di Montalcino, a 500 mt sul livello del mare, uno degli insediamenti più alti della denominazione e più panoramici, con la vista che spazia sul centro storico del borgo e inquadra l'intero perimetro della cinta muraria. La leggera esposizione verso nord, in posizione panoramica e ventilata, dona ai vini un microclima unico che conferisce al Brunello intensi e complessi profumi, una bella freschezza, eleganza, e grande longevità.

La Tenuta di Dudda, sede originaria nel Chianti Classico, è il cuore storico dell'azienda. Qui è possibile organizzare visite guidate con tour nelle zone di vinificazione e affinamento, oltre a poter passeggiare tra le vigne che circondano l’azienda. Il tour si conclude con la degustazione dei 5 vini di punta: Dogajolo, Chianti Classico, Chianti Classico Riserva, Vino Nobile di Montepulciano Riserva e Farnito Cabernet Sauvignon. Poco distante, la Tenuta di Gaville sulla cima di un colle: 65 ettari in uno splendido ambiente pastorale. Ci si sposta infine nell’alta Maremma, nella denominazione del Monteregio, per la Tenuta di Gavorrano, con i suoi 165 ettari di terreni e qui il tour virtuale della miglior Toscana del vino by Carpineto è concluso. 

Ufficio stampa Carpineto