I cocktail dei ruggenti anni Venti

10/03/2017

blog image

Un itinerario pieno di profumi e sapori tra mito e storia 

di Amanda Arena e Beunida Shani

''L'unica cosa che non ha limiti è l’immaginazione'', diceva Albert Einstein.  Un pensiero suggestivo ed ambizioso che Alessandro Trevisan, fotografo veneto con una particolare passione per i cocktail creativi e la musica ricercata, ha reso indubbiamente qualcosa di reale. Deve aver immaginato una sorta di viaggio nel tempo, di preciso nei ruggenti anni Venti. Sì, perchè la serata '' The Great Gatsby'' da lui organizzata, della quale siamo state ospiti, ha reso lo storico locale ''Isola di Caprera'', punto di riferimento della tradizione culinaria sin dal 1800 nel cuore pulsante di Padova, un vero e proprio speakeasy dell'era del proibizionismo.  

Una sera da far invidia alla pellicola di Woody Allen, “Midnight in Paris”, perchè qui il salto a ritroso nel tempo è stato qualcosa di palpabile e reale in ogni minimo dettaglio, non un film ma pura verità. A partire dalla guardia davanti alla porta d'accesso, un uomo alto, serio e tenebroso vestito come un gangsta newyorkese dell'era di Al Capone, il quale chiedeva agli invitati la parola segreta per aver accesso alla serata. Pronunciata la quale, si entrava in un vero e proprio covo proibizionista illuminato solo da candele poste nei vari lati della location. Donne con vestiti luccicosi e trucco retrò e uomini con stringate scintillanti ai piedi e modi di fare antichi se ne stavano seduti in attesa della cena e, soprattutto, dell'esibizione di Lucy Lady Ville: performer di cabaret e burlesque di fama internazionale che ha ammaliato i presenti in sala tra una mossa di danza e un sorriso. 

Ad allietare i sensi, trasportando gli ospiti nell'atmosfera scintillante e cosmopolita dell'età dell'oro e del jazz, i vari cocktail proposti da Alessandro Trevisan. Un itinerario intrigante tra i sapori e i profumi dei meravigliosi top drink in voga all’epoca, visti come simboli della lotta culturale contro le tendenze proibizionistiche, che ci fatto scoprire aneddoti piuttosto interessanti legati alla loro storia. 

Quattro i cocktail proposti:

Sidecar

Le sue origini sono avvolte nel mistero. Si dice che sia stato inventato, alla fine della seconda guerra mondiale, nella fascinosa cornice dell’Hotel Ritz di Parigi, anche se deve il suo successo all’Harry’s Bar. Un’altra storia ne attribuisce la paternità nel 1922 a Pat Mac Garrynel, bar-tender del tanto celebrato Buck’s Club di Londra.

Ingredienti:

4,2 cl di Cognac o Brandy 

2,1 cl di Contreau 

0,7 cl di succo di limone 

mezza fetta d'arancia per decorare 

Il Sidecar è un cocktail a base di Cognac o Brandy, Cointreau e succo di limone. Si prepara versando tutti gli ingredienti nello shaker, agitando e servendo in una coppetta da cocktail. Si decora ponendo sul fondo una mezza fetta d'arancia. 


French 75

La leggenda narra che il French 75, nato all'Harry's Bar di Parigi nel 1925, prenda il suo nome dal tristemente famoso obice da settantacinque millimetri usato dall’esercito francese durante la Grande Guerra. 

3 cl di Gin

1,5 cl di succo di limone

2 gocce di sciroppo di zucchero

6 cl di Champagne

All'interno dello shaker si versano il Gin, il succo di limone e lo sciroppo di zucchero. Dopo aver shakerato energicamente si versa il tutto in una flûte, dove si aggiunge in due tempi lo Champagne. Prima di servire si dà una leggera mescolata con un Bar Spoon. 


Southside 

Drink prediletto da Al Capone, prende il nome dal quartiere di Chicago dominato dal famoso boss. 

Ingredienti: 

6 cl di Z44 Dry Gin Roner

2 cl di succo di lime

2 cl di sciroppo di zucchero

7 di foglie di menta


Si prepara con la tecnica dello shake & strain. Da servire in coppetta.


Long Island Ice Tea

Le sue origini vengono fatte risalire ai tempi del proibizionismo durante il quale si soleva mescolare gli alcolici con Coca Cola per farli apparire come semplici bibite analcoliche.

Ingredienti:

1,5 cl di Tequila

1,5 cl di Vodka

1.5 cl di Rum bianco

1,5 cl di Triple sec

1.5 cl di Gin

2,5 cl di succo di limone

3,0 cl di sciroppo di zucchero

1 dash di Coca Cola


Si aggiungono tutti gli ingredienti nel bicchiere highball riempito di ghiaccio. Poi si mescola delicatamente e si guarnisce con spirale di limone. Si serve con cannuccia.