Streetfood Village: a Foligno il "primo d'Italia" è servito

05/07/2017

blog image

Dal 7 al 9 luglio il cibo di strada con la tendina torna nella città della quintana

Continua la vincente collaborazione tra Confcommercio Foligno e l’Associazione nazionale Streetfood che per quest’anno si allarga e occupa tre piazze. Cibi di strada da tutto il mondo con operatori veri e certificati. Musica live e DjSet tutte le sere


Tutto pronto per lo Streetfood Village Foligno che per il terzo anno animerà dal 7 al 9 luglio il centro storico della città della Quintana con i migliori cibi di strada da tutta Italia e dal mondo e musica dal vivo. Piazza Matteotti, Piazza della Repubblica e Largo Carducci: saranno questi i tre punti nevralgici del cuore della città umbra che ospiteranno oltre 50 piatti tipici di strada oltre a due palchi, uno in Piazza Matteotti e l’altro in Piazza della Repubblica, dai quali ogni giorno si svilupperanno concerti e musica dal vivo. «Un’altra grande collaborazione con la locale Confcommercio che quest’anno ha creduto ancora di più nella nostra associazione – spiega il presidente dell’Associazione Streetfood, Massimiliano Ricciarini – e che per questo ci ha dato la possibilità di animare ben tre punti fondamentali di questa città che è molto viva e ricettiva e che anche nelle passate edizioni si è rivelata rispondere in maniera positiva ai nostri eventi». 


I cibi di strada presenti e il programma. Saranno presenti tra i cibi di strada molte conferme dell’edizione 2016 come le bombette di Alberobello, lampredotto, paella, poi ancora il miglior pesce fritto. Hamburger di Chianina IGP, panini con Cinta senese cotta a bassa temperatura, cibo di strada venezuelano, il fritto napoletano, ma anche carne cotta al BBQ. Tra gli stranieri anche le specialità greche e messicane. Tutto annaffiato da ottima birra artigianale selezionata da Streetfood. Come detto oltre ai banchi sistemati nei tre punti, nei tre giorni di evento sarà musica live ad allietare l’atmosfera dei partecipanti.


L’Associazione Streetfood. Nata ad Arezzo nel 2004, è stato il primo progetto in Italia a promuovere il cibo come cultura e il cibo di strada come format vincente in quanto “riassume in un cartoccio” storia e tradizioni di ogni regione d’Italia da gustare con le mani. Nel 2015 sono stati 28 gli eventi in tutta Italia toccando quasi due milioni di persone che hanno consumato cibi di strada in quantità record.