Aumentano i vini importati in Cina nel 2016, Italia ferma al 5% ma +39% in valore sul 2015

03/02/2017

blog image

Articolo: Winetimes.it BM
http://www.winetimes.it/import-vino-cresce-nel-2016-italia-ferma-al-5/

Continua ad aumentare il vino importato in Cina, sia considerando i volumi sia il valore. Nel 2016, stando ai dati delle autorità doganali, sono stati importati 482 milioni di litri di imbottigliato, per un valore di 2 miliardi di dollari, in crescita rispettivamente del 22 e del 17% sul 2015.

A guidare la classifica dei paesi di origine sempre la Francia, con il 40% della quota di mercato in volume e il 44% in valore. Seguono per valore l`Australia, che sul volume cresce addirittura del 40% sul 2015, e il Cile. I tre paesi arrivano insieme a oltre l’80% del totale in valore.

E’ evidente come sul successo dei vini australiani abbiano influito sia gli accordi bilaterali di libero scambio (ChAFTA) firmati nel dicembre del 2015, che hanno ridotti i dazi d’importazione, sia l`importante programma promozionale portato avanti dal paese nel corso del 2016.

Interessanti le cifre relative ai prezzi medi delle bottiglie: in generale il costo medio è pari a 3,42 dollari, per un totale di 642 milioni di bottiglie vendute; cresce fino a 6,83 dollari per i vini australiani e crolla a 1,97 per gli spagnoli. Shanghai si conferma l`approdo principale, con il 29% delle bottiglie sdoganate nel porto della città; segue Guangzhou al 25%, in netto distacco gli altri porti del paese.