Guida Vitae Ais 2020 - A Roma la presentazione del volume che raccoglie il top dei vini italiani

12/11/2019

blog image

di Giuseppe Motisi 


Record di pubblico ed espositori per l’evento dedicato alla celebre Guida Vitae 2020 di AIS, vera e propria antologia del meglio della produzione enologica italiana giunta alla sesta edizione e presentata lo scorso 26 ottobre a Roma nella prestigiosa cornice della Nuvola di Fuksas, con un’intera giornata di degustazioni di ben 600 differenti etichette. Per l’occasione l’innovativo centro congressi del quartiere Eur è stato ‘invaso’ da migliaia di wine lovers e da alte cariche istituzionali, tra le quali il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha voluto essere presente alla manifestazione sottolineando, nel corso del suo intervento, “l’alto valore non solo economico ma anche culturale delle aziende vitivinicole: uno dei migliori biglietti da visita per promuovere il nostro Made in Italy in tutto il mondo”.

Quanto alla cronaca della giornata, sono stati più di 200 i sommelier in servizio alle varie ‘isole regionali’ all’interno della Nuvola che hanno offerto in degustazione i 600 vini, tutti illustrati nella Guida Vitae 2020 e vincitori del prestigioso premio ‘Quattro Viti’. 

Ventidue invece, per altrettante aree regionali (il Trentino è scorporato dall’Alto Adige), sono state le etichette alle quali è stato attribuito il Tastevin AIS, speciale riconoscimento che l’Associazione Italiana Sommelier conferisce a chi ha contribuito a imprimere una svolta produttiva al territorio di origine, a chi rappresenta un modello di riferimento di indiscusso valore nella rispettiva zona e a chi ha riportato sotto i riflettori vitigni dimenticati. Questo l’elenco completo dei vincitori del Tastevin 2020: Valle d’Aosta Chambave Muscat Flétri Prieuré 2017 - La Crotta di Vegneron, Gavi Dei Gavi Etichetta NerA 2018 - La Scolca, Oltrepò Pavese Rosso Cavariola Riserva 2015 - Bruno Verdi, Colli Euganei Fior D'arancio Passito 2017 - Ca' Lustra Zanovello, Trentino Vino Santo 2002 - Gino Pedrotti, Alto Adige Santa Maddalena Classico Annver 2017 – Pfannenstielhof, Malvasia 2015 – Podversic, Berette 2017 - La Ricolla, Colli Bolognesi Riesling Le Vaie 2017 – Isola, Romagna Albana Passito Domus Aurea 2017 – Ferrucci, Brunello Di Montalcino Poggio Alle Mura Riserva 2013 – Banfi, Amelia Vin Santo Caratelli Al Pozzo 2013 - La Palazzola, Verdicchio Dei Castelli Di Jesi Spumante Brut 2013 – Garofoli, Habemus Etichetta Rossa 2016 - San Giovenale, Trebbiano D'abruzzo Vigna Del Convento Di Capestrano 2018 - Valle Reale, Molise Rosso Don Luigi Riserva 2015 - Di Majo Norante, Taurasi Campore Riserva 2008 – Terredora, Le Braci 2013 - Garofano Vigneti e Cantine, Aglianico Del Vulture Superiore Serpara 2015 - Re Manfredi Cantine Terre degli Svevi, Armacìa 2018 – Criserà, Nerobufaleffj 2016 – Gulfi, Santigaìni 2015 – Capichera.

Presente naturalmente l’intero staff nazionale dell’AIS incluso il nostro direttore Cristiano Cini che, pur dovendosi barcamenare tra i mille impegni derivanti anche dal suo ruolo di presidente dell’Associazione Italiana Sommelier Toscana, è riuscito a trovare il tempo per assaggiare i diversi vini in degustazione. 

“L’interesse dimostrato dalle istituzioni per Vitae 2020 con la visita del premier Giuseppe Conte, dei sottosegretari  Manlio Di Stefano e  Roberto Morassut e del vicesindaco di Roma Luca Bergamo racconta il successo del lavoro svolto da più di 1.000 degustatori e da oltre 200 sommelier in servizio, la fiducia riposta da più di 3.000 produttori e la forza di un’associazione composta da 40.000 soci”, è stato il commento di Antonello Maietta, presidente AIS, a margine dell’evento.