Top 50 Italy, tra gastronomia ed enologia nuova guida online dei migliori ristoranti per quattro fasce di prezzo

23/04/2020

blog image

di Giuseppe Motisi 


Il giorno in cui riusciremo a tornare a una vita in cui il buon cibo e il buon vino potranno nuovamente essere degustati in compagnia e nei locali, dopo la pandemia per il Covid-19, arriverà di sicuro. Nel mentre, oltre a sognarlo, possiamo ‘giocare d’anticipo’ pianificando l’agognato ritorno alla normalità enologico-gastronomica con una nuova, minuziosa e valida lettura sui migliori ristoranti italiani censiti per fasce di prezzo: ‘50 Top Italy’, guida on-line dedicata al top della ristorazione italiana, consultabile gratuitamente sul sito www.50topitaly.it 

Realizzata da LSDM (storico congresso di cucina d’autore in scena dal 2008 a Paestum) e curato dai suoi ideatori, Barbara Guerra e Albert Sapere, insieme al giornalista Luciano Pignataro, ‘50 Top Italy’ è un progetto editoriale altamente innovativo che intende coniugare il mix tra creatività e tradizione della ristorazione del nostro Paese con la voglia di mangiare e bere bene, modulata sui gusti e le possibilità economiche della clientela. 

Ed è proprio sulla base di quanto si vuole spendere a tavola che questo portale censisce le migliori proposte eno-gastronomiche suddivise in quattro distinte categorie: ristorazione oltre 120 Euro, fino a 120 Euro, Trattoria/Osteria e Low Cost. 

In ciascuna tipologia di conto sono elencati ed esaminati dagli esperti della guida 50 locali per un totale di 200 indirizzi in tutta Italia tra ristoranti, trattorie e osterie (c’è spazio anche per le enoteche) con prezzi differenti ma qualità garantita. “A dare i voti nel pieno rispetto dell’anonimato, dell’autonomia e ovviamente pagando il conto una giuria composta da 130 ispettori – spiegano i curatori di ‘50 Top Italy’ -. Rivoluzionario il metodo di giudizio, con grande rilievo dato al servizio e all’accoglienza, elementi fondamentali di una ristorazione attenta alla propria clientela”. 

Prima di entrare nel vivo della top ten delle quattro categorie di ‘50 Top Italy’ è doveroso sottolineare come anche il mondo dell’enologia ha collaborato attivamente alla realizzazione della guida: il Consorzio tutela Prosecco DOC, ad esempio, ha voluto mettere in palio due specifici premi ‘Cultura del vino all’estero’ e ‘Servire il vino all’estero’, mentre tra gli sponsor dell’iniziativa figura la birreria Valsugana del Trentino.


Queste le top ten delle quattro categorie di ‘50 Top Italy’ 2020:

Top Ten “Oltre 120€”

1 Osteria Francescana, Modena, Emilia Romagna

2 Uliassi, Senigallia (AN), Marche

3 St. Hubertus, San Cassiano (BZ), Trentino Alto Adige

4 Danì Maison, Ischia (NA), Campania

5 Piazza Duomo, Alba (CN), Piemonte

6 Duomo, Ragusa, Sicilia

7 La Pergola, Roma, Lazio

8 Taverna Estia, Brusciano (NA), Campania

9 Enrico Bartolini Mudec, Milano, Lombardia 

10 Vun Andrea Aprea, Milano, Lombardia


Top Ten “Fino a 120€”

1 L'Argine a Vencò, Dolegna del Collio (GO), Friuli Venezia Giulia

2 Lido 84, Gardone Riviera (BS), Lombardia 

3 28 Posti, Milano, Lombardia 

4 Gucci Osteria da Massimo Bottura, Firenze, Toscana

5 Pascucci al Porticciolo, Fiumicino (RM), Lazio

6 Antica Osteria Nonna Rosa, Vico Equense (NA), Campania

7 Materia, Cernobbio (CO), Lombardia 

8 Oasis Sapori Antichi, Vallesaccarda (AV), Campania

9 daGorini, San Piero In Bagno (FC), Emilia Romagna

10 La Tana Gourmet, Asiago (VI), Veneto


Top Ten “Trattorie/Osterie”

1 Antica Osteria del Mirasole, San Giovanni in Persiceto (BO), Emilia Romagna

2 Trippa, Milano, Lombardia 

3 Roscioli Salumeria con Cucina, Roma, Lazio

4 La Brinca, Ne (GE), Liguria 

5 Ristorante Consorzio, Torino, Piemonte

6 Retrobottega, Roma, Lazio

7 Exit gastronomia urbana, Milano, Lombardia

8 Al Convento, Cetara (SA), Campania

9 NU' Trattoria Italiana dal 1960 - Trattoria di civiltà e libertà contadina, Acuto (FR), Lazio

10 Braceria Bifulco, Ottaviano (NA), Campania


Top Ten “Low Cost”

1 Panificio Bonci, Roma, Lazio

2 Anikò, Senigallia (AN), Marche

3 Generi Alimentari DA PANINO, Modena , Emilia Romagna

4 'Ino, Firenze, Toscana

5 Supplizio, Roma, Lazio

6 Masoni Macelleria & Bistrot, Viareggio (LU), Toscana

7 Nud e Crud, Rimini, Emilia Romagna

8 La Tradizione, Vico Equense (NA), Campania

9 Fud Bottega Sicula Catania, Catania, Sicilia

10 Trapizzino, Roma, Lazio



C’è infine una particolare categoria internazionale curata da Guido Barendson che premia i migliori ristoranti italiani all’estero: nel 2019 i vincitori sono stati il ristorante Passerini a Parigi, dello chef Giovanni Passerini, seguito rispettivamente da Don Alfonso 1890 Toronto in Canada e da Heinz Beck Restaurant Tokyo in Giappone.